omodeo

abbiamo acquistato una casa tutta per noi. ce la siamo potuta permettere. accanto la centrale elettrica. è proprio un affarone, una casa a mollo. si allaga solo in alcuni periodi dell’anno e poi scompare sommersa per qualche settimana. però guardi che il prezzo è davvero pazzesco.
certo, umida (direte), ma guardate che prezzo. ci prestò anche il binocolo per farci vedere il campanile della chiesa in lontananza. davvero dritto al punto giusto. che spettacolo. aggiudicato. la prendiamo. be’, che dire? ottima scelta! auguri! una casa tutta nostra. e dal primo piano si vede perfino il frutteto. davvero eccezionale. non ve ne pentirete.
poi, con la stagione primaverile, è arrivata un’inondazione anomala che si è portata via mia sorella. sciacquata via. mio padre si era legato al letto, ma è stato trascinato via dalla seconda ondata. mia madre per disperazione lo aveva seguito nuotando, scomparendo nella schiuma blu fiordaliso. io mi sono preparata un giaciglio di muschio e me ne sono andata di casa, galleggiando in superficie per tre giorni di navigazione.
ora vivo su un’isola fatta di rami e gocce. stabile, ferma, sospesa tra le acque. e davanti a me respira la città, senza peso.

Eda Özbakay

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s