Un viaggio esaltante

Attraversavamo a grandi passi milioni di anni in pochi giorni come si attraversano mille chilometri in un centimetro. Era un viaggio esaltante che ci faceva sentire energetici e puliti. Mangiavamo molta cioccolata in quei giorni e scopavamo con le ragazze più carine. Poi ci accorgemmo del trucco e ci invase una dura depressione da cui… Continue reading Un viaggio esaltante

Convivenza

Nel quartiere la luce si rubava. Lungo il perimetro formato da abitazioni con contatori attaccati al sistema di illuminazione pubblica, i collegamenti elettrici erano trafugati. In estate tiravano fuori un ventilatore di quelli con le palette eoliche ingabbiate in una rete metallica. Il vento meccanico faceva volare per la cucina foglietti di carta, presine, buste… Continue reading Convivenza

La regina di carne

Quando Suro venne eletta regina, le donne urlarono dal dolore e gli uomini strinsero le unghie nei palmi delle mani fino a sanguinare, mentre sotto i pesanti elmi si sforzavano di sorridere. Anche i bambini piansero, perché Suro dava sempre loro la frutta più dolce e matura e non negava a nessuno un assaggio di… Continue reading La regina di carne

Il terzultimo extraterrestre

N. Propnote si affaccia alla finestra del suo ufficio. In mezzo alla strada c’è una piccola folla. Al centro dell’attenzione generale, N. Propnote scorge un gallipuziano spiaccicato sull’asfalto. Intorno a lui tutti sono molto agitati per l’incidente. Una VanSonic gli è passata sopra e l’uomo che era alla guida, disperato, sta piangendo come una fontanella,… Continue reading Il terzultimo extraterrestre

Autunno a Perugia #2

Credevo che la stagione delle zanzare fosse l’estate. Ma in questo paese pullulano in ottobre. Da quando mi sono trasferita ne ho ammazzate un centinaio. Il tavolo del soggiorno è costellato di piccole stelle nere. Non è privo di bellezza ma sicuramente non piace a tutti. Ho pensato di invitare un amico a prendere un… Continue reading Autunno a Perugia #2

In cui l’investigatore capisce

In cui l’investigatore capisce che sta pedinando se stesso quando vedendo l’uomo baciare qualcuno e tuffarsi in piscina si sente liquefare le labbra e il corpo diffrarsi e sparire. Arianna Fiore

a letto con le galine

Prudenzia non riusciva a ricordare più dove avesse infilato l’apparecchio acustico. Aveva cercato e cercato, ma niente, non usciva fuori. Tra i fondi del caffè, nella lavatrice mezza scassata, tra le padelle e nella carbonella, buona per accendere il fuoco d’inverno invece di trascinare legna marcia per casa. La televisione urlava un quiz televisivo e… Continue reading a letto con le galine

Uomini e ragni

Evidente metafora teologica, la difficile convivenza dell’uomo con il ragno va incastrata nello stipite ben prima che lo stipite si dissolva diventando mare, va poi conservata nella carta assorbente e secretata. Frattanto la tua collezione di stipiti si sarà arricchita di un mare sterminato. Abitata da uomini e ragni, la carta assorbente andrà poi smaltita… Continue reading Uomini e ragni

L’arte a Roce

Essendo la vita già tanto complicata, i roceni trovano nella sintesi la suprema forma d’arte. Secondo i loro canoni, l’arte figurativa non va oltre il pittogramma. La musica è nella geometria. La prosa che preferiscono è asciutta e discendente. Antonio Vangone

Il domatore

L’anno scorso ho conosciuto un domatore di leopardi. Un uomo corpulento, dallo sguardo mite, sempre pronto a sorridere, con una leggera balbuzie che si accentuava quando era costretto a pronunciare parole che iniziano con la lettera r. Mi diceva che addestrare i leopardi è più difficile che addestrare i leoni, anche se tutti pensano il… Continue reading Il domatore

Loading…

Something went wrong. Please refresh the page and/or try again.


Follow My Blog

Get new content delivered directly to your inbox.